Serie B, 42a giornata: Pisa-Benevento 0-3, i giallorossi volano ai play off

Benevento - Frosinone 2-1 (8)Ad inizio campionato, qualunque sarebbe stato il risultato, il Benevento era consapevole di scrivere nuove pagine della propria storia, al primo anno in questa categoria. Al termine della cosiddetta ‘regoular season’, i giallorossi la storia l’hanno scritta eccome. E non hanno voglia di fermarsi.
Dopo una battaglia durata varie giornate per far sì che i play-off si disputassero, grazie al successo interno col Frosinone – alla penultima giornata – e l’ultima vittoria a Pisa, la squadra di Baroni è riuscita a ritagliarsi un’ottima posizione per andarsi a giocare gli spareggi valevoli per un ultimo posto in A.
Eppure, prima del trionfo giallorosso, il match al ‘Romeo Anconetani – Arena Garibaldi’ non era cominciato nel migliore dei modi. La prima frazione di gara, infatti, si è rivelata opaca per entrambe le compagini. La prima conclusione è arrivata all’8’ con Camporese che, dopo un grande stacco di testa, ha trovato Cardelli a negargli la rete. Sia il Pisa, che il Benevento hanno preferito non farsi male, rimanendo sulle proprie, senza mai mettersi in difficoltà a vicenda. Al 35’ un colpo di testa di Lucioni, terminato largo, ha rappresentato l’ultima emozione di un primo tempo davvero privo di grandi occasioni da rete.
BN - AV (46)Nella ripresa, però, tutta un’altra storia. Dopo tre minuti, Baroni è stato costretto a sostituire Chibsah per infortunio. Il tecnico, per poter contare su un maggiore peso offensivo, ha optato per l’ingresso di Falco, al suo posto. Dopo un buon inizio del Pisa, infatti, al 6’ il Benevento è passato in vantaggio. Discesa di Lopez sulla sinistra, cross in mezzo e svettata nell’angolino di Puscas. Secondo gol consecutivo e rete fondamentale in chiave play-off. Dopo dodici minuti, in cui Eramo ha sprecato una buona occasione davanti al portiere, il Benevento ha messo il risultato al sicuro. Falco ha ricevuto la sfera al limite dell’area, si è accentrato ed ha scaricato un meraviglioso mancino direttamente nell’angolo alto, siglando una perla pazzesca e raddoppiando il vantaggio del Benevento. Al 21’, il Pisa ha provato a rispondere. Mannini ha crossato per Manaj, ma Cragno gli si è opposto con un super-intervento. Il Benevento, pian piano, è riuscito a gestire la gara a suo piacimento, sterilizzando i pericoli offensivi dei padroni di casa, mettendo in evidenza la differenza di potenziale delle due formazioni. Gli ultimi pericoli dei nerazzurri, sono arrivati a pochi minuti dalla fine. Prima, Manaj ci ha provato da fuori, con una conclusione deviata e terminata larga di poco; poi, Longhi ha provato ad incrociare col sinistro, senza trovare la porta. In pieno recupero, poi, il Pisa ha alzato bandiera bianca ed il Benevento ne ha approfittato. In contropiede, all’ultima azione, Falco ha servito Ceravolo; il bomber giallorosso si è accentrato – saltando due avversari – ed ha sparato un missile nel sette, segnando l’ennesimo gol nel suo fantastico girone di ritorno.
Benevento - Avellino (349)Proprio con il risultato di 0-3, i giallorossi hanno conquistato il quinto posto in classifica, scavalcando il Cittadella, a quota 65 punti. Nonostante la vittoria del Frosinone, infatti, Perugia e Benevento sono state in grado di tener botta alla squadra di Marino, evitando un distacco superiore a 9 punti e permettendo la disputa dei play-off.
Pisa (4-3-3): Cardelli; Golubovic, Milanovic, Del Fabro (45’st Polverini), Longhi; Di Tacchio, Zammarini (20’st Angiulli), Verna (32’st Tabanelli); Mannini, Manaj, Varela. A disp.: Campani, Salvi, Gatto, Lazzari, Favale, Peralta. All.: Gattuso.
Benevento (4-4-2): Cragno; Gyamfi, Camporese, Lucioni, Lopez; Eramo, Chibsah (3’st Falco), Viola (39’st Pezzi), Pajac (12’st De Falco); Puscas, Ceravolo.
A disp.: Gori, Padella, Buzzegoli, Del Pinto, Matera, Melara. All.: Baroni.
Arbitro: Daniele Minelli di Varese.
Note: Ammoniti – 28’ Gyamfi (B), 39’ Golubovic (P), 11’st Del Fabro (P), 14’st Puscas (B).
Marcatori: 6’st Puscas (B), 18’st Falco (B), 45+5’st Ceravolo (B).

Di Francesco Maria Sguera