Promozione, Casale parte a razzo: il Montesarchio stende la capolista

Di -

Partenza decisamente in quarta per Salvio Casale, neo tecnico del Montesarchio, che al debutto sulla panchina della compagine caudina riesce a stendere la capolista San Tommaso che fino ad oggi viaggiava in vetta alla classifica a punteggio pieno. Un successo importantissimo sotto tutti gli aspetti per la compagine sannita, la quale, non solo fa un bel passo avanti in classifica, potrò continuare a lavorare con determinazione e sopratutto fiducia nei propri mezzi per raggiungere posizioni di classifica più onorevole. Trascorrono solo tre giri di lancette e il Montesarchio spezza subito gli equilibri. Ci pensa il nuovo attaccante Vincenzo Manco (nella foto), ingaggiato ad inizio settimana, che raccoglie un cross dalla bandierina e con un perentorio colpo di testa mette la palla alle spalle del portiere irpino. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di casa prende in mano la partita e con un pressing asfissiante imbriglia la prima della classe. Tanto è vero che al 20′ il Montesarchio raddoppia. Sempre con Manco che più veloce di tutti riprende una corta respinta da una mischia e con un sinistro chirurgico infila la palla nell’angolino basso. I sanniti sono padroni del campo, grazie ad un centrocampo di grande spessore con i due sterni Boscaino e Di Blasio pronti a seminare panico nella retroguardia ospite. Poprio nel momento migliore del Montesarchio ecco che l’arbitro, dopo solo due minuti dal raddoppio, assegna un rigore più che dubbio al San Tommaso. Si crea una mischia, la palla schizza fuori e sbatte sul braccio di Cioffi che in quel frangente era fuori area. Fatto sta che il direttore di gara assegna il penalty che Guardabascio realizza. Nella ripresa l’atteggiamento dei padroni di casa è più guardingo, ma allo stesso momento non esitano a pungere con i due esterni di centrocampo Boscaino e Di Blasio, proprio quest’ultimo bravo a trovare lo spunto che porta il Montesarchio sul punteggio di 3-1. Ovviamente il San Tommaso non demorde e al 23′ accorcia le distanze con un’azione rocambolesca finalizzata poi da Cucciniello. Poi è tanta la sofferenza per i padroni di casa che stanchi dallo sforzo profuso riescono a chiudere tutti i varchi al San Tommaso che deve imprecare per aver colpito un palo (con Guardabascio) e sprecato alcune buone occasione per tornare a casa con un risultato positivo. Per il Montesarchio, invece, il nuovo ciclo di mister Casale inizia con una ventata di entusiamo non indifferente e con il morale a mille.