Prima categoria, Verdicchio: Niente distrazioni, Puglianello non fermarti più

festa gol puglianelloMalgrado i nove punti di vantaggio sulla seconda classificata a otto turni dalla fine della regular season, in casa Puglianello si vive il momento con la massima serenità d’animo con la quale la capolista telesina ha affrontato finora la stagione. La formazione del tecnico Tonino Riccardi, grazie alla vittoria della scorsa settimana nello scontro diretto con il Paolisi 2000, distanziato per l’appunto di nove lunghezze, ha praticamente messo le mani sulla vittoria finale, considerando che il Puglianello ben cinque gare su otto li dovrà disputare sul campo amico. “In effetti, nella posizione in cui ci troviamo– sostiene uno dei punti di forza, ossia Luigi Verdicchio -, il destino di questa stagione è soltanto nelle nostre mani. Vanificare un vantaggio così cospicuo sarebbe davvero un clamoroso suicidio, dunque, per evitare tutto ciò non ci resta che continuare a mantenere i piedi ben saldi a terra e lavorare con determinazione e abnegazioni durante la settimana. Siamo arrivati in alto seguendo delle prerogative e dovremo farlo a maggior ragione in questo rush finale”. Dal calcio a 5 al calcio a 11, cinque anni dopo. Un ritorno al passato che il centrocampista casertano ha centrato in pieno, poiché è stato uno dei primi a sposare il progetto Puglianello. “E’ stata una scelta felice per il momento, dettata dalla voglia di rimettermi in gioco con una schiera di amici che hanno creduto ad occhi chiusi sul sottoscritto – afferma Verdicchio -, e devo dire che, al di là di come andrà a finire quest’anno, è stato un progetto che ho condiviso dal momento in cui sono stato contattato. Portare il Puglianello nel campionato di Promozione sarebbe qualcosa di straordinario, poiché nella sua storia questa società non è mai arrivata a tanto”. Infatti, sarebbe un salto di categoria che resterebbe per sempre negli annali del club del presidente Giacomo Morelli, uno dei fautori della ‘favola’ Puglianello. “Sappiamo l’importanza che può valere una categoria come la Promozione per una comunità piccola come Puglianello – afferma Verdicchio -, un altro valido motivo in più per raggiungere il grande e prestigioso traguardo proseguendo questo viaggio con la stessa umiltà con la quale l’abbiamo affrontato finora. Nove punti di vantaggio sono un buon margine, ma in palio ci sono ancora 24 punti, ciò significa che non possiamo permetterci il lusso di distrarci e pensare che sia già fatta”. Esperto, carismatico e deciso più che mai a trascinare i compagni in una nuova e suggestiva realtà. “Non servono tanti giri di parole – esclama Verdicchio -, in quanto siamo un grande gruppo coeso e desideroso di vivere questa favola fino in fondo. La vittoria contro il Paolisi 2000 ci ha dato altre certezze, specie sotto il profilo dell’autostima. Adesso siamo consapevoli di meritare in pieno il primo posto e soprattutto di avere le qualità per imporci anche nelle restanti otto partite. Abbiamo tutte le qualità per imporci, visto che ho la fortuna di far parte di una società sana, con un presidente di altri tempi, e di far parte di un gruppo di ragazzi che oltre all’esperienza hanno doti tecniche importanti, come Portone, Falato, Cerreto, Mastroianni e via dicendo, grazie ai quali mi sono inserito bene e velocemente in questo contesto. Adesso dobbiamo fare in modo di correre ancora più velocemente fino al traguardo, senza farci minimamente distrarre dal momento positivo che stiamo vivendo”.