Prima categoria, dall’Amorosi all’Amorosi: Magliulo torna a casa

Dal’Amorosi all’Amorosi, quindici anni dopo. Era poco più che un ragazzino quando, nell’estate del 2002, Gigi Magliulo dal casertano approdò in terra sannita. Amorosi, appunto. Da lì in poi, per gli amanti del calcio dilettantistico, divenne presto ‘SuperMagliulo’, nonostante i suoi 21 anni. Gol a grappoli ovunque, visto che Magliulo ha saputo farsi apprezzare per le sue doti realizzative da mezza provincia sannita. E’ stato il girovago dei bomber, colui che in ogni sessione di calcio mercato stava sempre al centro dei desideri di qualsiasi allenatore. Dalla Promozione alla Seconda categoria, Magliulo non ha mai fatto distinzioni, buttava giù le porte avversarie con qualsiasi casacca e in qualsiasi categoria. Ne sanno qualcosa a Cerreto, Bucciano, Cervinara, Circello, San Marco dei Cavoti, Dionis Castelvenere, Solopaca, Foglianise, Puglianello, Real Campoli e Forza e Coraggio, piazze in cui Magliulo a suon di gol ha lasciato il suo marchio di fabbrica. Sette campionati vinti, dieci titoli di capocannoniere, in bacheca anche una Coppa Campania di Prima categoria con il San Marco dei Cavoti, e 477 gol all’attivo. Amorosi per Magliulo è un nuovo punto di partenza per raggiungere l’agognato traguardo dei 500 gol e togliersi, con la sua nuova squadra, tante altre soddisfazioni. Il neo presidente Angelo De Filippo e mister Migliozzi gongolano, poiché “SuperMagliulo” è tornato a casa con la chiara intenzione di contribuire ad un futuro radioso del club amorosino.