Prima categoria, Biondin: Paolisi 2000, ora vinciamo gli scontri diretti

Di -

ivano biondin buonaMontesarchio in casa, San Nicola Calcio in trasferta e Polisportiva Volturno di nuovo tra le mura amiche del ‘Russo’. Sarà un rush finale particolarmente impegnativo, nonché decisivo, per il Paolisi 2000 che punta senza mezzi termini a fare bottino pieno per assicurarsi la migliore posizione in vista dei playoff. Saranno 270′ minuti tutti d’un fiato per il Paolisi 2000 che, guarda caso, avrà la possibilità di giocarsi entrambi gli scontri diretti con il sostegno del proprio pubblico. “E’ importante per noi sfruttare il calore e l’incitamento dei nostri tifosi, ma è altrettanto vero che delle quattro squadre presenti nella griglia dei playoff siamo quelli che non hanno vinto un solo scontro diretto. Come dire, è l’occasione giusta per sfatare questo tabù”. Ivano Biondin, fautore e direttore tecnico della compagine caudina, è fiducioso e allo stesso momento crede fortemente che i ragazzi del tecnico Domenico Razzano possano andare oltre la terza posizione attuale (in condominio col Teano). “Nonostante le tante difficoltà incontrate all’inizio di questa nuova avventura – spiega Biondin -, siamo riusciti a trovare gli equilibri giusti per rimetterci nella carreggiata a noi più congeniale. Siamo in linea di massima con i progetti della scorsa estate, tanto è vero che siamo partiti con l’intento di migliorare la quinta posizione dello scorso anno e accedere ovviamente ai playoff. Per il momento stiamo rispettando quelle che erano le nostre previsioni, adesso però c’è bisogno dell’ultimo decisivo scatto per tentare di guadagnare una posizione ancora più favorevole, in quanto la classifica è piuttosto corta”. Già, proprio così. Sabato prossimo, infatti, va in scena il match clou contro la seconda classificata Montesarchio, avanti soltanto di una lunghezza. “E’ ovvio che punteremo al sorpasso – commenta Biondin -, ma va detto che, a mio avviso, la compagine montesarchiese è la più attrezzata delle contendenti ai playoff. L’ho sempre considerata una big, perché scendere dall’Eccellenza alla Prima categoria senza essere protagonisti non avrebbe avuto senso. Sarà una partita interessante con due squadre che preferiscono giocare a calcio anziché speculare, noi arriveremo a questo incontro motivati, ben messi atleticamente, grazie al lavoro del prof Panella che svolge quotidianamente coi ragazzi, e con la giusta consapevolezza di avere le qualità per iniziare ad imporci anche negli scontri diretti”.