Prima categoria, Biondin: Grande reazione, Paolisi 2000 avanti così

Di -

ivano biondin buona“Il progetto sta iniziando a dare i suoi frutti, stiamo procedendo secondo i piani stabiliti ad inizio stagione. Ci stiamo divertendo, quello che veramente ci interessa più di ogni altra cosa, cercando di raccogliere anche qualche buono risultato”. Certo che il 2017 per il ‘nuovo’ Paolisi 2000 è iniziato con lo stesso piglio di come aveva terminato l’anno precedente, visto che la formazione di mister Domenico Razzano nelle ultime otto gare disputate (6 vittorie, un pareggio e una sconfitta), ha scalato posizioni in classifica fino ad arrivare al quarto posto solitario, cioè in piena zona playoff, e accorciando il divario dalla prima della classe Puglianello a sei lunghezze. “Bè, questo è il periodo in cui viene fuori realmente il valore di una squadra – commenta il direttore tecnico Ivano Biondin -, e credo che il gruppo di squadre attrezzate per puntare in alto sia attrezzato per dare vita ad una corsa davvero entusiasmante. In tutta sincerità non abbiamo mai pensato di primeggiare, però se nell’immediato futuro la classifica continuerà ad essere corta è giusto e legittimo, non solo per noi, di alzare l’asticella e provarci”. Intanto, con la vittoria esterna dello scorso turno (4-1 sul campo dell’Atletico S. Marco), prima del girone di ritorno, il Paolisi 2000 ha dato un’altra prova di maturità e compattezza, reagendo di fatto nei migliori dei modi alla sconfitta nel turno precedente sul rettangolo di gioco della Polisportiva Volturno. “E’ stata davvero una reazione di una squadra attaccata ai propri valori – sostiene Biondin -, dove la determinazione e l’ottima organizzazione di gioco hanno prevalso in tutto. Va detto che anche contro il Volturno, malgrado siamo stati in dieci uomini per buona parte del match, siamo stati protagonisti di una buona prova, a dimostrazione che siamo in crescita costante. Ripeto, è un campionato equilibrato e non c’è nulla di scontato, il nostro obiettivo è già rivolto al prossimo difficile scontro con il Real Campoli, altra squadra con un organico importante e pericoloso. Dobbiamo andare avanti alla giornata, senza montarci la testa e restare concentrati di gara in gara. Poi alla fine tireremo le somme”.