Calcio a 5, Benevento 5: I sanniti si svegliano nel finale, Trilem ko all’ultimo respiro

Di -
Marco Aquino festeggia dopo aver segnato il gol del 6-5

Serie C1 – 4a giornata
BENEVENTO5          6
TRILEM                    5   (pt 2-4)
BENEVENTO5: Prozzillo, Villani, Aquino, Griffini, Perugini, Impronta, Iannelli, Ascione, Serino M., Muscetti, Guerrera, De Simone. All.: Corino
RETI BN5: 10′ e 14’pt Villani, 8’st Iannelli, 15’ e 19’st Aquino, 16’st Perugini
BENEVENTO – Sfata il tabù casalingo il Benevento 5 che supera la Trilem in una gara giocata sulle montagne russe con continui capovolgimenti di fronte ed un punteggio che ha tenuto incollati gli spettatori sugli spalti fino all’ultimo secondo di gioco.
PRIMO TEMPO – Non trascorre neanche un minuto ed i giallorossi sono già costretti a rincorrere, complice il calcio da fermo che si insacca nell’angolo alto con Prozzillo, forse coperto, che vede  solo all’ultimo istante partire il pallone. Al 5′ arriva la prima azione degna di nota dei padroni di casa che sfiorano il gol con la conclusione di Aquino che viene ribattuta quasi sulla linea di porta ed il successivo tiro  di Villani viene di nuovo respinto. Al 6′ le cose girano ancora male per i sanniti che subiscono il 2-0 dopo una sfortunata deviazione di Griffini che spiazza Prozzillo, ma da qui in poi la squadra di Corino sale in cattedra e riesce prima a ridurre lo svantaggio con un tiro non irresistibile di Villani e quattro minuti più tardi è lo stesso calcettista giallorosso a siglare il 2-2 dopo aver raccolto la respinta del portiere sugli sviluppi di un tiro libero calciato sempre da Villani. Il bomber dimostra di avere il piede caldo al 15′ quando scheggia il palo con una conclusione al volo dalla lunga distanza con il Benevento 5 che pressa fino all’ultimo, subendo solo una pericolosa conclusione a due passi da Prozzillo che si perde di un soffio sul fondo. Poi, quando la testa è forse già negli spogliatoi, i padroni di casa ad appena 17′ secondi dalla fine si fanno clamorosamente infilare in due occasioni permettendo alla Trilem di andare al riposo in vantaggio per 4-2.

Cristian Villani, per lui una doppietta ed un palo

SECONDO TEMPO – Pronti via e dopo una palo clamoroso colpito con un tiro svagliato quasi nei pressi della linea di porta dai giallorossi, sul fronte opposte è Aquino a provarci due volte in rapida successione ma in entrambi i casi gli ospiti riescono, con un pizzico di fortuna a salvarsi. E’ poi un autogol di Villani, nel tentativo di anticipare il proprio portiere, a gettare quasi nel baratro il Benevento 5 per il 5-2 in favore dei partenopei che un minuto più tardi arrivano ad un passo dal 6-2 con Aquino che in scivolata compie un autentico miracolo evitando una rete ormai certa. Questo, però, è l’episodio chiave che cambia il volto del match perché prima Iannelli (tiro nel sette dalla lunga distanza) e poi una magia di Aquino che si gira in un fazzoletto a fa secco l’estremo difensore rimettono in corsa i padroni di casa che raggiungono, quindi,  il meritato 5-5 al 16’ con una deviazione quasi non voluta di Perugini. Ormai il Benevento 5 è un fiume in piena e vola sulle ali dell’entusiasmo trovando il 6-5 quasi sul suono del gong con un tiro sul palo più lontano di Aquino. L’ultimo sigillo alla gara lo mette, infine, uno stratosferico Prozzillo che abbassa la saracinesca con una parata di quelle decisive e blinda la terza vittoria in quattro gare per la squadra di mister Corino.
SPOGLIATOI – “Potrà sembrare paradossale – afferma il dg Antonio Collarile – ma non sono contento di questa vittoria perché abbiamo sofferto troppo contro una squadra che a mio avviso era alla nostra portata. In settimana cercheremo di capire perché tra le mura amiche, essendo già successo contro lo Junior Domitia, concediamo così tanto agli avversari denotando alcune fasi di totale black-out. Ovviamente i 9 punti in classifica non sono certo da buttare via e vanno visti con grande favore, ma mi auguro per il futuro maggiore attenzione in campo perché non potrà andarci sempre bene come oggi”.